Visitare le isole Eolie: sole e mare e divertimento

"Visitare le isole Eolie è un'esperienza unica. Paesaggi stupendi, cibo da favola, benessere e divertimento. Tutto per trascorre una vacanza unica"

0
Sport e tempo libero
24/08/2017
Visitare le isole Eolie: sole e mare e divertimento

Secondo la tradizione l'arcipelago delle Eolie è la dimore del Dio del Vento Eolo. Le sette isole che lo compongono Alicudi - Filicudi - Lipari - Panarea - Salina - Stromboli - Vulcano sono state dichiarate "Patrimonio dell'umanità dall'Unesco", riconoscimento di non poco contro. Tutte le isole sono di origine vulcanica anche se ognuna di esse ha caratteristiche e colori diversi.

L'isola di Vulcano è caratterizzata dal giallo per le incrostazioni sulfuree e nero per la sabbia vulcanica delle sue spiagge. Lipari si ricorda per il nero luccicante dell'ossidiana ed il bianco della pomice. Stromboli nera di giorno e rosso per le eruzioni dell'omonimo vulcano. Salina è verde come i suoi boschi rigogliosi. Alicudi e Filicudi sono caratterizzate dal verde scuro delle piante di capperi ed infine Panarea caratterizzata dal bianco delle sue abitazioni tipiche i "dammusi".


 

Visitare Lipari
Visitare Lipari

Visitare Lipari

Lipari è la più grande e popolosa delle sette sorelle. Offre ogni tipo di attrattiva ed è una meta adatta sia alle famiglie che ai giovani in cerca divertimento notturno. L'isola è ricca di zone selvagge, incontaminate e zone a misura d’uomo e al suo interno ci si può spostare facilmente con ogni tipo di mezzo.

Ai lati del Porto di Lipari, ai piedi del Municipio, si estendono le baie di Marina Corta e di Marina Lunga che si possono raggiungere tra di loro facilmente a piedi. Marina corta è ricca di locali caratteristici, ristoranti, bar, luoghi di ritrovo per i giovani dove di continuo vengono organizzati spettacoli di musica dal vivo e dove si possono gustare ottimi aperitivi. È bello inoltre passeggiare tra i vicoletti e ammirare le strette viuzze caratterizzate da balconi fioriti e negozietti di vario genere. Per gli amanti dello shopping si consiglia di percorrere il corso di Lipari, dove a qualsiasi ora si possono trovare numerosi negozi e locali aperti a ogni ora del giorno

Da visitare sull'isola il “museo archeologico regionale eoliano” che presenta un allestimento tra i migliori in Sicilia per la cura espositiva e la chiarezza del racconto proposto attraverso documenti relativi alle diverse fasi evolutive della cultura eoliana; l a cattedrale normanna, dedicata a S. Bartolomeo, la chiesa di S. Giuseppe e la frazione di Canneto. Una tappa obbligatoria per i turisti è il Belvedere di Quattrocchi, che si trova a circa quattro chilometri dal centro di Lipari.



 

Visitare Salina
Visitare Salina

Visitare Salina

La seconda isola per superficie è Salina chiamata dai greci Dydime cioè doppia perché costituita da due coni vulcanici ormai spenti, Monte Fossa delle Felci e Monte dei Porri. Salina prende l'attuale nome da una salina, ormai chiusa. È la più verde e lussureggiante con vigne, uliveti, cappereti, alberi da frutto e campi di ortaggi.

Una rete stradale di circa 20 chilometri collega i tre Comuni di Santa Marina Salina, Malfa e Leni e gli altri centri abitati di Rinella, Lingua e Pollara. Il miglior modo per visitare l’isola è sicuramente quello di noleggiare uno scooter o un automobile, in ogni caso nel periodo estivo un efficiente servizio di autobus si protrae fino a tarda sera.

Per chi visita questa isola tappe obbligate sono sicuramente una passeggiata a Lingua al tramonto, magari per gustare una buona granita e una visita alla splendida e rinomata spiaggia di Pollara dove è stato girato l'ultimo film di Massimo Troisi "Il Postino".



 

Vulcano: tra benessere trekking
Vulcano: tra benessere trekking

Vulcano: tra benessere trekking

Vulcano è costituita da quattro vulcani ed è oggetto di turismo di massa per le qualità terapeutiche dei fanghi e delle acque calde.

Si consiglia di scalare il cratere attraverso il sentiero che si snoda lungo il fianco della montagna. Il cammino è lungo faticoso, ma le meraviglie naturali rendono gradevole la fatica. Dal sentiero si può ammirare l'incantevole vista sull‘arcipelago, dalla vetta si può vedere la grande voragine del Cratere della Fossa coronata tra vapori sulfurei bollenti che, emergendo dalla terra, colorano la pietra di giallo ocra e di rosso .

Da visitare le terme di vulcano, il luogo dal quale sgorga dal sottosuolo fango caldo rinfrancante, adatto per ottenere benefici per la pelle, per le malattie ossee e per disturbi respiratori.

Se volete fare un bel bagno in un'acqua cristallina e limpida andate alla spiagga dell'asino.


 


 

Cosa vedere a Panarea
Cosa vedere a Panarea

Cosa vedere a Panarea

Panarea è la più piccola, ma sicuramente è un gioiello di rara bellezza. Il modo migliore per vivere l'incanto di quest'isola è avvicinarla dal mare. È meta frequentatissima dai vip che ogni anno ne assaporano la bellezza, non solo naturalistica, qui oltre alle specialità di pesce, si possono gustare delle deliziose focacce ed anche perché no, per un aperitivo la malvasia con le pesche.

Dall’area portuale si snodano tutte le stradine che conducono ai tre centri abitati di San Pietro a est, Drautto a sud-ovest e a nord-est Ditella. Le modeste dimensioni dell’isola permettono di girarla completamente a piedi, ma ciò non toglie la possibilità di prendere il classico e pittoresco taxi eoliano, un’ape a 3 ruote sapientemente adibita al trasporto di persone.


 

Stromboli: un mix tra profumi e colori
Stromboli: un mix tra profumi e colori

Stromboli: un mix tra profumi e colori

Stromboli con il fascino del suo vulcano sempre attivo, attira i turisti interessati soprattutto alle spettacolari manifestazioni eruttive che si possono ammirare anche dal mare (giornalmente si organizzano escursioni in barca, da cui si possono ammirare le spettacolari eruzioni di giorno e di notte).

Stromboli è un tripudio di colori e profumi ed è caratterizzata da piccole spiagge di sabbia nerissima alternate da insenature e grotte nella zona di Piscità. Da visitare l'isolotto di Strombolicchio con il suo faro, i numerosi sentieri naturalistici, i crateri in eruzione, la sciara del fuoco, la spiaggia di Ficogrande, la chiesa di San Vincenzo e i numerosi vicoli del centro abitato.

I centri abitati sono due: Stromboli e Ginostra che tra l'altro è raggiungibile solo via mare.


 

Le riserve di Alicudi e Filicudi
Le riserve di Alicudi e Filicudi

Le riserve di Alicudi e Filicudi

Alicudi e Filicudi sono le isole meno visitate dal turismo di massa, dal 1997 sono tutelate come Riserva naturale Isole di Filicudi e scogli Canna — Montenassari e Riserva naturale Isola di Alicudi. Queste isole sono la sede ideale per praticare immersioni, escursioni, snorkeling, saling, windsurf, ciclismo e tanto altro ancora.

 

Vota questo articolo
0 Commenti
Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.

Like Facebook

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter. Riempi il form col tuo indirizzo mail e sarai automaticamente iscritto.

Torna su