L'arte della pasta: la ricetta delle busiate alla trapanese fatte in casa

"La busiata alla trapanese è una pasta eccezionale fatta con ingredienti semplici (farina, acqua, sale). Il condimento del “pesto alla trapanese” nella sua ricetta originale darà al vostro piatto un sapore autentico e genuino"

2
Gusto
27/11/2015
L'arte della pasta: la ricetta delle busiate alla trapanese fatte in casa

La busiata è una pasta tipicamente trapanese che risente anche dell'influenza araba. Il termine busiata deriva da "bus" nome della canna di giunco utilizzata per arrotolare la pasta. Per dare la forma alla pasta busiata viene utilizzato un ramo di buso che è il fusto dell'ampelodesmo (una pianta appartenente alla famiglia delle graminacee). Di solito nella zona del trapanese questo tipo di pasta viene fatta in casa e quindi se qualcuno vuole cimentarsi in questa ricetta gli dovrà acquistare questi ingredienti.

 

Ricetta della busiata trapanese
Ricetta della busiata trapanese

ingredienti per preparare la busiata

  • 200 g. di farina di grano duro
  • Acqua fredda q.b.
  • Un pizzico di sale

Ingredienti per il "pesto alla trapanese" per 4 persone

  • 1 spicchi di aglio
  • 1 mazzetto di basilico
  • 2 cucchiai di mandorle
  • 200 g di pomodori pachino
  • 100 g. di pecorino siciliano
  • Peperoncino rosso
  • Olio extravergine d'oliva

Per la preparazione della pasta posizionate la farina a fontana, aggiungete il sale e l'acqua fino a quando l'impasto risulterà liscio e compatto. Fate riposare il panetto per circa trenta minuti.
Per iniziare la lavorazione staccate una piccola parte all'incirca quanto un uovo, allungatela e tagliate dei tocchetti di circa dieci centimetri. Prendete il buso (ossia il fusto dell'ampelodesmo), si può eventualmente usare uno stecchino per spiedini. Attorcigliate verticalmente la pasta intorno allo spiedino, appiattite con la mano il ricciolo che si sarà formato. Estraete la busiata dal buso e continuate con lo stesso procedimento fino alla fine della pasta. Lasciate riposare la busiata così ottenuta per circa tre ore.
Per il pesto alla trapanese, pestate in un mortaio l'aglio, il basilico, il pomodoro privato della buccia, il pecorino con l'olio. Bollite le mandorle per qualche minuto, spelatele e aggiungetele agli altri ingredienti nel mortaio, pestate il tutto aggiungendo altro olio. Il pesto così ottenuto deve avere una consistenza pastosa, per ultimo aggiungete il peperoncino rosso. Se non avete il mortaio potete utilizzare anche il mixer.
Fate cucinare la pasta e condite con il pesto il risultato sarà sicuramente sorprendente, potete abbellire il piatto guarnendolo con un ricciolo di pomodoro e con alcune mandorle spelate.

 

Salemi, patria della busiata trapanese
Salemi, patria della busiata trapanese

Per chi volesse gustare questa pasta nel suo luogo di origine, la Sicilia, l'appuntamento è nella cittadina di Salemi in provincia di Trapani. Il 12 agosto di ogni anno in questa cittadina siciliana, infatti, si svolge la sagra della busiata. All'appuntamento enogastronomico che si svolge tra i vicoli del centro storico si può gustare il piatto culinario tipico del trapanese in più proposte, con il giusto vino da accostare per esaltare il gusto. Per chi volesse approfittare dell'occasione per visitare luoghi vicini, di sicuro interesse, certamente da non perdere è la visita alla cittadina di Erice, che si può raggiungere agevolmente anche da Trapani utilizzando la funivia. Merita una visita anche l'antico borgo marinaro di San Vito Lo Capo conosciuto in tutto il mondo per il suo meraviglioso mare cristallino e la sua sabbia bianca, da ammirare e percorrere è anche la riserva naturale dello Zingaro che si estende per sette km lineari tra Castellamare del Golfo e San Vito Lo Capo.

 

Vota questo articolo
2 Commenti
  • 1 anno fa
    Mariacarmela Di Pietro
    Buone!!!
    Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.
  • 1 anno fa
    Maria Pingitore
    Buonaaaa!!! Amo la sicilia e la sua cucina!
    Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.
Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.

Like Facebook

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter. Riempi il form col tuo indirizzo mail e sarai automaticamente iscritto.

Torna su