Guida all'acquisto del decespugliatore: sai già quale scegliere?

"Vuoi prenderti cura del tuo giardino? Questa guida all'acquisto del decespugliatore può esserti utile"

0
Casa e fai da te
03/09/2017
Guida all'acquisto del decespugliatore: sai già quale scegliere?

Se possiedi un giardino, piccolo grande che sia, sai che regala gioie e dolori. È il massimo in estate, ma anche nelle belle giornate d’autunno, quando possiamo goderci gli ultimi e tiepidi raggi di sole prima che arrivi l’inverno. In estate, poi, puoi sbizzarrirti a furia di party o grigliate.
È anche vero che il giardino ha bisogno di manutenzione, e mica poca! Siepi, prato e aiuole, vanno sempre tenuti ben in ordine se non si vuole che il proprio giardino abbia un aspetto scialbo.
Le soluzioni per il mantenimento del proprio giardino sono, a grandi linee, due: o ci si rivolge ad un giardiniere e, per chi se lo può permettere è il massimo, oppure, come si dice, chi fa da se, fa per tre!
Fare giardinaggio, se è vero che è molto rilassante per alcuni, per altri è un incubo! Va, però, detto che se possiedi gli giusti strumenti e applicando un po’ di costanza, prenderti cura del tuo giardino non è poi così male. Gli attrezzi più comuni sono sicuramente il tagliaerba, oggigiorno ci sono quelli che da soli tengono il prato in ordine, e il tagliasiepi, essenziale per tenere ben i ordine le proprie siepi. Un altro strumento un po’ meno comune è il decespugliatore. Se sei capitato qui è perché probabilmente ne vuoi acquistare uno, ma non sai bene su quale modello orientarti. Allora non ti resta che leggere questa mini guida all'acquisto del decespugliatore!


 

Quando utilizzare il decespugliatore
Quando utilizzare il decespugliatore

Quando utilizzare il decespugliatore

Il decespugliatore è un attrezzo più utile di quanto si possa pensare. Se possiedi un normale giardinetto, magari ti viene il dubbio se effettivamente è poi così necessario acquistarne uno, ma ti faccio subito un esempio: nonostante tu abbia un ben tagliaerba, quanta erba incolta, ed erbacce varie si accumulano lungo tutti i bordi in prossimità di siepi, muri o aiuole? Nonostante i taglierba siano sempre migliori, purtroppo, data la loro forma, ci sono zone “off limits”, come quelle hai appena letto. Se poi, anziché avere un normale giardino, possiedi una campagna, allora il decespugliatore è un obbligo.
Ma cosa fa in pratica il decespugliatore? Come avrai intuito, ti permette di raggiungere con maggior facilità tutte quelle zone che non è possibile raggiungere con il tagliaerba, soprattutto le zone vicino ai muretti ( proprio per questo il decespugliatore viene chiamato anche tagliabordi). Nei giardini più grandi o nelle campagne è ottimo per diserbare cespugli, rovi e tutta la vegetazione selvatica che può crescere nel tuo terreno.


 

Quali sono le tipologie di decespugliatore
Quali sono le tipologie di decespugliatore

Quali sono le tipologie di decespugliatore

Sapevi che esistono diverse tipologie di decespugliatore? Forse, proprio dando un’occhiata in giro, ti sei reso conto che acquistare un decespugliatore non è così semplice come sembra. Vediamo quindi insieme quali sono le tipologie e quale, a seconda dell’utilizzo che vuoi farne, è più indicato alla tua situazione.
Il decespugliatore può essere: a filo, a catena, a disco. Il motore del decespugliatore può essere: a scoppio, elettrico o a batteria. Il decespugliatore a filo è di sicuro, il modello più diffuso, soprattutto in ambito hobbistico. In pratica, due fili di nylon che, girano molto velocemente, falciano l’erba. Se da un lato ha il vantaggio di costare poco, dall'altro, le fruste in nylon, si consumano velocemente e, quindi, devono essere cambiate frequentemente. Proprio per le loro caratteristiche, questi decespugliatori sono i più indicati se hai un piccolo ritaglio di terra, dove crescono erbacce o rovi dagli arbusti non troppo spessi. In questo caso, puoi scegliere un decespugliatore con motore elettrico o, ancora meglio, a batteria. Questa tipologia, leggera e facilissima da utilizzare, è il non plus ultra per i provetti giardinieri che hanno a che fare con erbacce facili da trattare. Se i rovi si fanno più robusti, allora è meglio scegliere un decespugliatore a catene.
Sebbene anche queste hanno la tendenza a consumarsi, l’usura è sicuramente più lenta rispetto ai modello a filo. In più, vista la robustezza delle catene, ti sarà anche più facile tagliare arbusti di un certo spessore. Se poi sei un professionista, non c’è niente di meglio che di un decespugliatore con lama in acciaio e motore a scoppio. L’acciaio, non c’è bisogno di dirlo, ha molta resistenza: cespugli e rovi anche dagli arbusti di un certo spessore non avranno scampo. In più, il motore a scoppio dà una potenza maggiore che si traduce in meno fatica e maggior velocità di lavorazione.


 

Il miglior rapporto qualità prezzo
Il miglior rapporto qualità prezzo

Il miglior rapporto qualità prezzo

Ma qual è il miglior decespugliatore? Tutto dipende da che tipo di giardiniere sei. Se sei un hobbista, con un piccolo quadrato di giardino ti consiglio il Bosch Art 23 sl: piccolo, leggere e facile da utilizzare, ottimo contro le erbacce e per ripulire i bordi del tuo giardino.
Se il gioco si fa più serio puoi puntare a qualcosa di più robusto, come ad esempio al’Al-Ko BC 1200 E: anche in questo caso si tratta di un decespugliatore a filo che offre la massima precisione.
Se poi parliamo di decespugliatore a motore, non potevo non proporti il Parker PGBC 5200 che in dotazione ha sia le bobine a filo sia il disco in acciaio per tagliare gli arbusti più spessi.
E tu, che tipo di giardiniere sei? Valuta attentamente e fai la tua scelta. Se vuoi avere maggiori informazioni sui prezzi e le migliori marche, non ti resta che visitare il sito decespugliatore-top.com.

 

 

Vota questo articolo
0 Commenti
Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.

Like Facebook

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter. Riempi il form col tuo indirizzo mail e sarai automaticamente iscritto.

Torna su