Glicemia alta cosa mangiare? Ecco una breve guida sui cibi che evitano il picco glicemico

"Agli italiani piace mangiare, è vero. Ma per la glicemia alta cosa mangiare? Ecco un vademecum per un ottimo comportamento a tavola"

0
Benessere
26/07/2017
Glicemia alta cosa mangiare? Ecco una breve guida sui cibi che evitano il picco glicemico

Uno dei maggiori mali che affligge la società italiana, occidentale in genere è il diabete. Questo è dovuto ad un’eccessiva presenza di zuccheri nel sangue che il corpo non riesce a smaltire. Questo a lungo andare potrebbe trasformarsi in una malattia cronica che deve essere controllata per la vita, il diabete appunto, mettendo a rischio tutti gli organi del nostro corpo e costringendoci a seguire una dieta per iperglicemia.

 

Glicemia alta cosa mangiare?
Glicemia alta cosa mangiare?

Quindi la nostra domanda è: glicemia alta cosa mangiare?

Chiariamo un punto fondamentale: attività fisica! Questa è la prima parola d’ordine da seguire. Lo sport o un minimo di esercizio fisico sono indispensabili per permettere agli zuccheri di trasferirsi nei muscoli, essere trasformati in energia evitando così un eventuale picco glicemico.

Oltre allo sport, anche la natura ci offre degli alimenti da poter inserire con frequenza nella nostra dieta povera di zuccheri. Ecco quali sono:

  • Avocado: sarebbe in grado di migliorare la tolleranza del glucosio e ridurre l’insulina-resistenza. Gustate l’avocado in un’insalata condita con semi di sesamo e olio extravergine di oliva. Mangiatelo 3-4 volte a settimana

  • Il pomodoro: normalizza i livelli di glucosio, ha una ridotta presenza di zuccheri ed è una ricca fonte di licopene, un antiossidante che combatte i radicali liberi. Va consumato fresco con un filo di olio oppure appena scottato o sotto forma di sugo (la nostra dieta mediterranea ha come re il pomodoro!). Si può usare anche il concentrato. Consumate questo ortaggio ogni giorno e vedrete che risultati!

  • Il latte di cocco: preso senza nessun dolcificante e da agricoltura biologica è un’ottima fonte di grassi, proteine e fibre che aiutano ad abbassare non solo la glicemia ma anche il colesterolo. Essendo privo di lattosio e indicatissimo per chi soffre di eventuali intolleranze.

  • Fichi diindia: Una ricerca in Messico da un gruppo di studiosi dell’Università della Bassa California a Tijuana, ha dimostrato le proprietà ipoglicemizzanti delle fibre contenute nel fico d’india, utili in caso di diabete mellito. Ma anche chi non è diabetico può giovarsi con profitto di questo moderatore della glicemia che riduce l’assorbimento di zuccheri e grassi favorendo il dimagrimento.

È importante però ridurre anche le porzioni dei cibi ricchi di carboidrati come cereali e derivati (pasta, pane ecc) scegliendo tra questi, quelli a basso indice glicemico:

  • Cereali e derivati integrali o dietetici (arricchiti di fibre solubili come l'inulina).

  • Legumi interi;

  • Frutta poco o mediamente dolce.

Consumare inoltre cibi ricchi di acidi grassi buoni, soprattutto di omega 3 contenuti nei prodotti sarda, sgombro, palamita, alaccia, aringa, alletterato, ventresca di tonno, aguglia, alghe, krill ecc.

Utilizzare alimenti di origine vegetale o negli oli di oliva EVO, soia, semi di lino, semi di kiwi, semi di uva ecc.

Prediligere infine alimenti ricchi di antiossidanti non vitaminiciche moderano ulteriormente lo stress ossidativo e ottimizzano i parametri metabolici. Sono contenuti soprattutto in: ortaggi (cipolla, aglio, agrumi, ciliegie ecc), frutta e relativi semi (melograno, uva, frutti di bosco ecc), vino, semi oleosi, caffè, tè, cacao, leguminose e cereali integrali ecc.


 

 

Glicemia alta, cibi da evitare
Glicemia alta, cibi da evitare

Glicemia alta, cibi da evitare

Abbiamo parlato dei cibi che aiutano ad abbassare la glicemia, ma per concludere vi elenchiamo, per chi ha la glicemia alta, i cibi da evitare e quelli da consumare con estrema moderazione:

  • da evitare: miele, zucchero marmellata, cioccolato, dolci e pasticceria in genere fette biscottate dolci gelatine di frutta, yogurt alla frutta, succhi di frutta dolcificati, bibite dolcificate, caramelle, cioccolatini, sciroppi, conserve di frutta con aggiunta di zucchero frutta secca (fichi, uvetta, prugne), datteri

  • con moderazione: frutta oleosa come noci, mandorle, nocciole, arachidi; banane, fichi freschi, uva, cachi, castagne limitare il consumo di carni, pesci e formaggi grassi, carciofi, carote e rape patate e legumi da sostituire a pane e pasta.


 

Ricetta per la glicemia alta: l'insalata al salmone
Ricetta per la glicemia alta: l'insalata al salmone

Una ricetta per la glicemia alta: l'insalata al salmone

Ingredienti per due persone:

  • 300 g di filetto di salmone,

  • succo di mezzo limone,

  • un piccolo bicchiere di latte di cocco,

  • un cucchiaio di olio extravergine d’oliva,

  • sale rosa dell’Himalaya,

  • pepe,

  • 20 g di semi di papavero,

  • una manciata di pinoli,

  • 200 g di spinaci,

  • una manciata di foglie di basilico,

  • 2 pomodori,

  • una carota e un sedano tagliati a cubetti.

Disponi il salmone in una teglia da forno in vetro. Lascialo marinare in acqua, succo di limone e latte di cocco per 2 ore. Preriscalda il forno a 200°C. Cuoci il salmone nel liquido per 25 minuti e poi passalo sotto il grill per 5 minuti per dorare la superficie.

Prepara il condimento mescolando il restante succo di lime, l’olio, il pepe, il sale, i semi e i pinoli. Versa il tutto, compresi spinaci e basilico, in una terrina, unisci pomodori, sedano, carote e servi.

Vota questo articolo
0 Commenti
Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.

Like Facebook

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter. Riempi il form col tuo indirizzo mail e sarai automaticamente iscritto.

Torna su