Ferro da stiro: come risparmiare energetica elettrica

"Come risparmiare energia utilizzando il ferro da stiro. Questi utili consigli ti aiuteranno a spendere meno sulla bolletta della luce"

3
Elettrodomestici
05/08/2015
Ferro da stiro: come risparmiare energetica elettrica

Sia che appartenete a quella categoria di persone a cui piace stirare, sia che la considerate una doverosa incombenza, prima o poi, la classica "montagna di panni" ci attende al varco. 
Il ferro da stiro, come è a tutti noto, è uno tra i piccoli elettrodomestici che consuma maggiormente in quanto rimane in genere molto tempo acceso e il quantitativo di energia consumata è molto alto.
Ma è possibile stirare risparmiando sulla bolletta elettrica? Certamente! Di seguito qualche piccolo consiglio.
Come prima cosa è consigliato dotarsi di un ferro da stiro che abbia una classe energetica tra le più alte (A, A+, A++, A+++) e che sia in grado di riscaldarsi velocemente. A questo proposito, tra tutti, i migliori sono quelli dotati di piastra in alluminio, un materiale di grande conducibilità grazie al quale si può consumare fino al 50% in meno di corrente.
È bene ridurre al minimo il carico di panni da stirare cercando di utilizzare il ferro da stiro solo per i capi di cui c'è né veramente bisogno.
Per ottimizzare il lavoro e il consumo si consiglia di iniziare a stirare quando si avrà accumulato una consistente quantità di panni in modo da evitare ripetute accensioni del ferro da stiro.
Innanzitutto premurarsi di umidificare il bucato prima di iniziare a stirare facendo attenzione a separare con cura tutti i capi in due gruppi: 

  1. Capi che richiedono bassa temperatura (lana e sintetici). 
  2. Capi che richiedono alta temperatura (jeans, lino, cotone),

Provvedere a stirare prima i vestiti che hanno bisogno di temperature più basse: si risparmierà infatti tempo e corrente mentre il ferro si riscalda.
Una volta riscaldato, provvedere a stirare i panni del secondo gruppo, provvedendo a staccare il ferro prima di ultimare la stiratura, continuando a sfruttare il calore rimasto per gli ultimi capi.
Si consiglia di stirare nelle ore a scarsa richiesta energetica, possibilmente la sera o la notte.
Infine cercare di non dimenticare di foderare l'asse da stiro, prima con della carta stagnola e poi con il panno apposito, in modo da mantenere il calore durante la stiratura.
Provvedere a un'accurata manutenzione periodica del ferro da stiro evitando la formazione di calcare che porterà l'elettrodomestico a funzionare al meglio ed ottimizzare così le sue prestazioni. Per evitare il calcare si dovrà svuotare il serbatoio dell'acqua ogni qual volta si avrà finito di stirare, controllando accuratamente che non siano rimasti residui di acqua nel serbatoio. Di tanto in tanto, si dovrà poi riempire il serbatoio a metà con acqua mista a un tappo di aceto. L’aceto, utilizzando il vaporizzatore, porterà via con sé anche il calcare.

 

Spendere meno col ferro da stiro: il lavaggio dei panni
Spendere meno col ferro da stiro: il lavaggio dei panni

Alcuni accorgimenti sul lavaggio dei panni

Una delle prime cose da fare al fine di spendere meno con il ferro da stiro è un corretto utilizzo della lavatrice. È meglio utilizzare delle centrifughe basse e delicate al fine di evitare l'indebolimento dei tessuti. Inoltre si sconsiglia il lavaggio a temperature troppo alte in quanto contribuiscono a stropicciare ancora di più i vestiti.
Dopo aver estratto subito il bucato dalla lavatrice, è necessario scuotere con energia i panni. Per quanto riguarda le camicie, una volta tirate fuori, si consiglia di passare i bordi tra le dita, soprattutto quelli dove ci sono i bottoni.

 

Spendere meno col ferro da stiro: stendere i panni
Spendere meno col ferro da stiro: stendere i panni

Stendere i panni in maniera corretta

Potrebbe sembrare una sciocchezza, ma il modo in cui vengono sistemati i panni e le mollette influiscono decisamente la necessità di stirarli o meno.
La prima cosa da evitare è quella di stendere i vestiti a cavallo del filo in quanto lascia una piega che dovrà successivamente essere eliminata. Per ridurre il segno lasciato dalle mollette si consiglia di stenderli al rovescio, piazzando le mollette in posti poco visibili (ad esempio sulle cuciture).
Le magliette dovranno essere accostate al filo, facendo sì che siano appese verso il basso, consentendo al peso dell’acqua contenuta nel tessuto di defluire autonomamente, favorendone così l'auto-stiraggio
Le camicie, dopo averle sbattute energicamente, dovranno essere stese sulle grucce, premurandosi di allacciare i bottoni e stirando il tessuto con le mani, in modo da non creare pieghe indesiderate. Ridurre al minimo l’uso di mollette.
I pantaloni si consiglia di stenderli rovescio, appesi per la cintura, con l’orlo rivolto verso il basso.

 

Spendere meno col ferro da stiro: piegare i vestiti
Spendere meno col ferro da stiro: piegare i vestiti

Alternative al ferro da stiro: come piegare i panni in maniera corretta

Piegare dei vestiti è forse il compito più arduo, ma sicuramente il più utile al fine ridurre al minimo l'uso del ferro da stiro. Non è necessario stirare tutti i capi: la biancheria, gli asciugamani, le lenzuola e addirittura i jeans, se piegati con attenzione possono essere conservati senza nessuna stiratura.
Innanzitutto, in attesa della stiratura, si consiglia di non accatastare in panni in maniera confusa, ma è necessario, soprattutto per le magliette e le camice piegarle con cura e attenzione
Le camicie, nel periodo invernale, si indossano sotto le giacche o i maglioni. Se abbiamo seguito le istruzioni fornite precedentemente sul modo di stenderle e piegarle, si può pensare di stirare solo colletto e polsini. 
Maglie a collo alto, pantaloni aderenti, calzini e biancheria intima si adeguano alla forma del corpo, di conseguenza non c'è bisogno di stiratura; le pieghe che si possono vedere spariscono al momento di indossarli.
Gli asciugamani, possono essere arrotolati prima da una parte e poi da un'altra (imitando il movimento del mattarello), in modo tale che risultino piegati anche senza l'uso del ferro da stiro.
Per i pantaloni, se si riesce a piegare con accuratezza capi, si può ridurre al minimo la stiratura. Un consiglio è quello di piegarli e riporli sotto il materasso la sera, prima di andare a dormire. La mattina seguente si ritroveranno stirati naturalmente.

 

Vota questo articolo
3 Commenti
  • 1 anno fa
    Marina Autieri
    Ottimi consigli che proverò a mettere sin da subito in pratica. Magari qualche spicciolo in più posso guadagnarlo :)
    Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.
  • 1 anno fa
    Sara Albinati
    Maaaa quanti consigli utili... In effetti non c'ho mai fatto caso che si potesse risparmiare utilizzando il ferro da stiro
    Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.
    • 1 anno fa
      Elisabetta Maria Vitale
      Hai ragione! Peccato che fino ad ora io non ne ho messo in pratica nemmeno uno
Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.

Like Facebook

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter. Riempi il form col tuo indirizzo mail e sarai automaticamente iscritto.

Torna su