Eliminare la muffa da muri, pareti, piastrelle e tessuti con rimedi naturali

"Eliminare la muffa su muri, pareti, piastrelle e tessuti a volte è difficile. Ecco di seguito alcuni rimedi naturali per eliminarla con facilità e qualche consiglio per rimuovere la muffa ben radicata"

4
Casa e fai da te
01/12/2015
Eliminare la muffa da muri, pareti, piastrelle e tessuti con rimedi naturali

La muffa, fenomeno difficile da debellare, è sicuramente uno dei problemi più grandi che affliggono le abitazioni.
La muffa è un “fungo” che ha caratteristiche di colore tipicamente nero, grigio, o bianco, che trova un habitat perfetto per crescere ed espandersi in abitazioni mal coibentate con un alto grado di umidità.
La muffa si manifesta in ambienti dove si forma la condensa (formazione di goccioline d’acqua). Per attecchire e svilupparsi, la muffa necessita di quattro condizioni essenziali contemporaneamente: temperatura alta all’interno e bassa all’esterno, presenza di spore, luce scarsa, acqua, (cioè la condensa). 
Qui di seguito alcuni consigli per prevenire ed eliminare muffe in modo naturale. Se vuoi farlo utilizzando dei prodotti specifici clicca qui.

 

Limitare la creazione della muffa
limitare la creazione della muffa

Come limitare la creazione della muffa

Le errate abitudini di riscaldamento e di ventilazione della casa insieme alle cattive abitudini casalinghe possono portare alla creazione di muffa all'interno dell'appartamento.
Innanzitutto, per cercare di prevenire la creazione della muffa bisogna seguire alcuni semplici e pratici consigli.
All'interno del bagno, quando ci si lava è opportuno limitare gli schizzi sulle pareti in quanto potrebbero essere assorbiti dal cemento. In questo caso, si consiglia di asciugare la superficie e detergerla subito con un panno di acqua ossigenata a 12 volumi.
Ricordarsi sempre che la muffa si alimenta con vapore, acqua e umidità. È opportuno quindi aprire subito le finestre quando ci si lava, per garantire un sufficiente ricambio d’aria, in modo da evitare la formazione di vapore. Inoltre si trovano in commercio delle piante tropicali che si nutrono di umidità, perfette da mettere in bagno, funzionali e ornamentali.
Quando si lavano i panni, sopratutto durante il periodo invernale, si consiglia di evitare di asciugarli dentro la casa per prevenire la formazione di umidità.
Se si tinteggiano le pareti, si consiglia di scegliere una pittura a calce, comunque traspirante al fine di evitare il proliferare delle spore all'interno dell'ambiente.
Inoltre nelle stanze dove la muffa ha attecchito sarebbe opportuno utilizzare un deumidificatore a sali.
Evitare l'eccesso di acqua nelle piante in quanto non fanno altro che alimentare la muffa sui muri.

 

Eliminare muffa su muri, pareti e piastrelle
Eliminare muffa su muri, pareti e piastrelle

Eliminare la muffa su muri, pareti e piastrelle

La muffa sui muri va eliminata con molta cura, facendo attenzione a non trascurare gli angoli dove i funghi si annidano più spesso e diventano più difficili da eliminare.
Le mura della cucina e del bagno sono quelle più a rischio in quanto il vapore che si genera da docce e bagni caldi o dalla cottura degli alimenti contribuisce alla formazione delle macchie. A tal proposito si consiglia di installare una ventola in bagno e cucina lasciandola accesa almeno 15 minuti dopo essere usciti dagli ambienti.
Per rimuovere la muffa sui muri si può preparare una miscela composta da due cucchiai di aceto bianco e una tazza d'acqua demineralizzata (che può essere prodotta anche dalla pompa di calore). Dopo aver applicato la soluzione sulla parte da trattare è opportuno lasciarla agire almeno per 10-15 minuti prima di effettuare il risciacquo. In alcuni casi, è necessario munirsi di uno spazzolino vecchio per togliere ogni traccia di muffa, e in particolar modo nelle fessure (fughe) tra le mattonelle.
Se dovesse essere difficile eliminare la muffa con il metodo precedente è necessario ricorrere a un trattamento diverso a base di estratto di semi di pompelmo. L’estratto di semi di pompelmo si può acquistare in erboristeria o anche in negozi di prodotti biologici. 
Per preparare la miscela bastano  20 gocce di estratto sciolte in due tazzine piene d’acqua da passare direttamente sulla muffa. Si consiglia di evirare di sfregare spugnette o stracci per tamponare il prodotto in quanto lo sfregamento potrebbe portare a una dispersione delle spore in altre parti della parete.
Un altro metodo è quello di combinare insieme 2 cucchiaini di tea tree oil con due tazze di acqua bollente. Mettere il tutto in un flacone spray, agitare e spruzzare. Si consiglia di non risciacquare. Questa soluzione può essere conservata per molto tempo. 
Dopo aver seguito almeno uno di questi metodi, quando la muffa sarà rimossa completamente, si consiglia di verniciare le pareti con apposite tinte antimuffa.

 

Eliminare muffa dai tessuti
Eliminare muffa dai tessuti

Muffa su abiti e tessuti

Per eliminare le macchie di muffa su abiti o altri tessuti, si consiglia di applicare una soluzione di succo di limone e sale.
Nel caso di tappezzeria e tende, invece, si può utilizzare una soluzione creata unendo mezzo litro di alcol denaturato allungato con una tazza d'acqua. Immergere nella soluzione un panno e strofinare con cura la parte da trattare.

 

Eliminare la muffa ben radicata
Eliminare la muffa ben radicata

Rimuovere muffa ben radicata

Creare un detersivo antimuffa fai da te

Per creare un ottimo detersivo fai da te, utile anche contro la muffa più ostinata serviranno:

  • 700 ml di acqua 
  • 2 cucchiai di bicarbonato di sodio 
  • 2 cucchiai di acqua ossigenata 30/40 volumi
  • 2 cucchiai di sale fino 

In una bottiglietta, provvista di spruzzino, versare l’acqua nella quale si andrà a sciogliere accuratamente il bicarbonato e il sale. Aggiungere poi l’acqua ossigenata e agitare con energia.
Utilizzate questa soluzione sulla parete da trattare, grattando con un vecchio spazzolino per raggiungere i punti più difficili.

 

Vota questo articolo
4 Commenti
  • 2 anni fa
    Maria Laura Rosati
    Io avevo qualche macchia di muffa in cucina forse perchè è quella più passibile alla condensa. Ho seguito i vostri consigli mettendo aceto e acqua demineralizzata e sono riuscito a togliere le macchie. Adesso con l'arrivo della bella stagione non dovrebbero presentarsi problemi di muffa in quanto le finestre aperte dovrebbero areare maggiormente la cucina. Mal che vada ormai conosco il metodo ;)
    Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.
  • 2 anni fa
    Angela Damiano
    Ho sempre acquistato prodotti chimici. Proverò seguendo questa guida per vedere se funziona. Almeno si utilizzano prodotti naturali
    Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.
  • 2 anni fa
    Maria Pingitore
    Avevo della muffa ben radicata nel muro del mio garage. Utilizzando la soluzione naturale che consigliate l'ho rimossa con facilità. Adesso sperò che non di formi di nuovo
    Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.
  • 2 anni fa
    Rosaria Vannoni
    Consigliatissimo! Ho provato a togliere la muffa dalle pareti con il trattamento a base di estratto di semi di pompelmo. FUNZIONA!!!
    Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.
Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.

Like Facebook

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter. Riempi il form col tuo indirizzo mail e sarai automaticamente iscritto.

Torna su