Come fare un giardino: la semina del prato fiorito

"Per la semina del prato fiorito si consigliano delle piante autoctone che possano essere calpestabili. Ecco la guida per fare un giardino fai da te "

0
Casa e fai da te
12/03/2016
Come fare un giardino: la semina del prato fiorito

Come fare un giardino che possa diventare una valida e colorata alternativa al prato verde o al prato artificiale
Il "prato fiorito" è uno dei modi con il quale si può realizzare un giardino fai da te senza l'impiego di un tappeto verde. Il prato fiorito non è altro che un varietà di semi di specie differenti (ad esempio margherita, papavero, fiordaliso), che comprendono le graminacee (le erbe che costituiscono i tappeti erbosi tradizionali che fioriscono e resistono a condizioni climatiche estreme) e le piante erbacee dalle vistose fioriture (ad esempio Aster dumosus o l’Arundinaria japonica). 
Sta alla nostra bravura e creatività saper scegliere le piante giuste per il nostro prato.
La scelta delle piante che costituiranno i prati fioriti può essere fatta considerando i seguenti fattori:

  1. l'altezza
  2. il periodo di fioritura. 

In generale per la realizzazione dei prati fioriti si consigliano piante autoctone che, oltre a contribuire a mantenere la biodiversità del luogo, avranno bisogno di irrigazione solamente durante i periodi di lunga siccità e nei primi periodi dopo la semina del prato in quanto si tratta di piante che si auto sostentano. Queste poi, sono  adatte anche a qualsiasi tipo di terreno, di esposizione e di condizione climatica.
Di solito un prato è in fiore dalla primavera all’estate inoltrata e ha bisogno di essere tagliato solo una o due volte all’anno. 
I prati fioriti possono resistere anche 5-6 anni dopodiché occorre effettuare una nuova semina per garantire una migliore qualità delle specie.
In Italia molte aziende offrono miscugli di semi per prati fioriti personalizzati e dalle percentuali variabili. Nel dettaglio le miscele più economiche per la coltivazione di un prato fiorito prevedono un mix di semi di diverse specie spontanee da fiori (es. il fiordaliso, caglio zolfino, ambretta illirica, pratolina, salvia dei prati, ecc.), che sono  in grado di dare vistose fioriture in tempi diversi. 
Esistono anche tipologie di prati fioriti calpestabili e non che dipendono soprattutto dalla dimensione delle specie arboree scelte. I più diffusi sono i prati fioriti non calpestabili dove le specie spontanee da fiore raggiungono un’altezza compresa tra i 30 e i 70 cm, a seconda dei miscugli scelti.

 

La semina del prato fiorito
La semina del prato fiorito

La semina del prato fiorito

Per la semina del prato fiorito bisogna seguire diverse procedure.
La più importante è la preparazione del terreno, che va lavorato previa operazione di fresatura con un certo anticipo rispetto alla semina vera. Allo stesso modo si procederà all’estirpazione di eventuali erbacce e detriti. Il terreno dovrà essere lavorato entro agosto per la semina autunnale ed entro febbraio per quella primaverile
Seguirà la concimazione del fondo con concimi contenenti un titolo di fosforo superiore al potassio e all’azoto. Il fosforo favorirà la germinazione dei semi. Il concime ideale è il letame maturo, la torba scura o il terriccio di torba
Si procede poi con la compattazione il terreno con un rullo (rullatura) in modo da far appianare le falle che possono provocare la fuoriuscita dei semi. Dopo questa fase si potrà procedere alla distribuzione dei semi. 
La quantità da distribuire varia in base al tipo di miscuglio scelto e in genere viene riportata nella confezione di acquisto. 
Per piccole superfici si può procedere alla distribuzione manuale dei semi, mentre per quelle grandi potrà essere usata una macchina spargi semi. Dopo la semina, si dovrà procedere alla rastrellatura e alla rullatura e alla conseguente irrigazione con getti leggeri, per evitare accumuli di umidità e ristagni idrici. 
L’erba potrà essere tagliata, per la prima volta, dopo che avrà raggiunto almeno dieci centimetri di altezza

Vota questo articolo
0 Commenti
Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.

Like Facebook

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter. Riempi il form col tuo indirizzo mail e sarai automaticamente iscritto.

Torna su