Antimicotico per unghie: come combattere le micosi alle unghie anche in modo naturale

"Come combattere le micosi alle unghie? Ecco come scegliere l'Antimicotico per unghie adatto tra tutti i prodotti per onicomicosi e alcuni rimedi naturali"

0
Benessere
14/03/2017
Antimicotico per unghie: come combattere le micosi alle unghie anche in modo naturale

Ammettiamolo su, non dobbiamo essere timidi o vergognarci: chi di noi non ha mai avuto problemi di micosi alle unghie sia delle mani che dei piedi? È finita l’estate e complice l’ambiente umido delle docce e delle piscine, potremo ritrovaci a combattere con questi fastidiosissimi funghi.

 

Cosa sono le micosi alle unghie

Di cosa stiamo parlando? In breve le micosi sono dei micro-organismi che intaccano l’unghia e possono manifestarsi come una macchia biancastra o giallastra sotto la punta delle unghie delle mani o dei piedi.

Quando il fungo si diffonde più in profondità sotto l’unghia, può far macchiare e ispessire le unghie e farle sbriciolare ai lati, tutti problemi brutti a vedersi e potenzialmente dolorosi. Ma non abbiate paura! Le onicomicosi si possono facilmente eliminare.

Di seguito i consigli per combatterle con prodotti per onicomicosi e alcune dritte sui rimedi naturali.


 

Antimicotico per unghie: prescrizioni mediche
Antimicotico per unghie: prescrizioni mediche

Antimicotico per unghie: prescrizioni mediche

I prodotti per onicomicosi possono essere assunti per via orale e prescritti dal medico. Questi farmaci favoriscono la ricrescita di una nuova unghia sana e forte andando a sostituire l’unghia infetta.

In farmacia come antimicotico per unghie troviamo anche smalti efficaci e soprattutto pratici da usare.

La durata del trattamento dipende dall’intensità e da dove è localizzata l’infezione. Abbiate pazienza, la cura può durare anche dai nove ai 12 mesi, ma non demordete! I risultati saranno il premio migliore per la vostra pazienza.
 

Antimicotico per unghie a uso orale

Il vostro medico, per curare l’onicomicosi, con molta probabilità vi prescriverà un antimicotico per uso orale. Tra farmaci più efficaci a base di terbinafina e itraconazolo troviamo lo Sporanox ® e il Triasporin ®.

L'assunzione di questi farmaci favorisce la crescita di una nuova unghia non infetta, sostituendo lentamente la parte infetta dell’unghia colpita.

Questi farmaci si devono assumere per un periodo che varia dalle sei alle dodici settimane, anche se i risultati della terapia non si vedranno finché l’unghia non sarà completamente ricresciuta.

Inoltre, per eliminare un’infezione, possono essere necessari quattro mesi di terapia e bisogna far attenzione alla ricadute, soprattutto le unghie sono esposte al calore o all’umidità.

Dal punto di vista degli effetti collaterali, gli antimicotici per unghie possono causare eruzioni cutanee ai danni epatici, infatti i medici generalmente non li consigliano ai pazienti affetti da malattie epatiche o da insufficienza cardiaca congestizia oppure a coloro che sono in terapia con particolari farmaci.

 

Smalto antimicotico

Il medico, oltre a prescrivere un antimicotico per unghie a uso orale, potrebbe suggerire anche uno smalto antimicotico, ma solo nei casi n cui si soffre di una onicomicosi lieve o moderata.

Tra i farmaci antimicotici che hanno il come principio attivo il tioconazolo ritroviamo il Trosyd ® che richiede un’applicazione di due volte al giorno. A base di amorolfina c'è invece il Locetar ®, che richiede un'applicazione sulle unghie infette e sulla pelle circostante una o due volte alla settimana. La durata del trattamento dipende essenzialmente dall’intensità e dalla localizzazione dell’infezione, indicativamente occorrono sei mesi di terapia per le unghie delle mani e da nove a dodici mesi per le unghie dei piedi.


 

L’onicomicosi rimedi naturali
L’onicomicosi rimedi naturali

L’onicomicosi rimedi naturali

E per chi invece conduce una vita molto green e non ha voglia di assumere farmaci, ma sentirsi parte della natura, allora vi diamo delle dritte sui rimedi naturali per debellare i funghi.

  • Tea tree oil va applicato sull’unghia facendone cadere qualche goccia oppure all’interno di un pediluvio lasciando i piedi o le mani in ammollo per circa 30 minuti… Volete la ricettina? Eccola: 3 cucchiai di sale grosso da cucina, acqua calda e 10 gocce tea tree oil (deve essere naturale al 100%)

  • L’aceto è stato dimostrato che potrebbe inibire la crescita di alcuni batteri, quindi fare un pediluvio di 15-20 minuti in una miscela di una parte d’aceto e due parti di acqua tiepida. Da ripetere una volta al giorno, in caso di irritazioni della pelle allora diminuite a tre volte a settimana

  • Il caro, vecchio e buono limone! Passate il limone direttamente sull’unghia.

  • Il bicarbonato di sodio da mescolare con acqua fino a formare una pasta. Con un batuffolo di cotone strofinate tutta la superficie dell’unghia e, se possibile, la parte interna (affinché entri in contatto con la pelle). Lasciate riposare alcuni minuti, risciacquate e poi asciugate per bene.

  • Timo: mettete a bollire due tazze d’acqua con tre cucchiai di timo, per 5 minuti. Spegnete il fuoco, coprite con un coperchio e lasciate raffreddare. Mettete questo preparato su un batuffolo di cotone e passatelo sulle unghie infette da micosi.

  • Calendula, da trovare in commercio in pomata o tintura, da applicare sulla zona interessata, combatte e calma l’infezione con le sue proprietà antibatteriche e antisettiche. Non utilizzare la pomata sulle ferite aperte che sanguinano.

Da quelle che avete potuto leggere, il fungo non è un nemico invincibile! Tra i vari prodotti per onicomicosi ed i rimedi naturali che abbiamo elencato sarà facile scegliere l’antimicotico per unghie più adatto a voi e combattere questo nemico delle unghie per poter avere mani e piedi bellissimi per tutto l’anno


 

terapie per combattere la  micosi alle unghie
Terapie per combattere la  micosi alle unghie

Altre terapie per combattere la  micosi alle unghie

Farmaci per uso topico

Esistono anche farmaci antimicotici per uso topico, che possono essere usati insieme a una lozione a base di urea che aiuta a velocizzarne l’assorbimento. C'è da dire però che questi farmaci non sono un rimedio efficace se usati da soli, infatti dovrebbero essere impiegati insieme a farmaci per uso orale.

 

Intervento chirurgico

Se l’infezione è grave o estremamente dolorosa, il medico può consigliare di rimuovere interamente l’unghia, che dopo l'asportazione ricrescerà come quella precedente, anche se con molta probabilità lo farà più lentamente.

 

Vota questo articolo
0 Commenti
Per commentare devi registrarti o effettuare l'accesso.

Like Facebook

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter. Riempi il form col tuo indirizzo mail e sarai automaticamente iscritto.

Torna su